Stucchidea » Cornici in gesso » Montaggio cornici in gesso

Montaggio cornici in gesso

Montaggio cornici in gessoEseguire il montaggio cornici in gesso è, a differenza  di quanto molti possono pensare una cosa veramente semplice e chiunque può posizionare con successo degli stucchi o delle cornici in gesso. Oggi grazie agli sviluppo della tecnica sono disponibili in commercio composti in grado di aumentare compattezza e resistenza del prodotto finale e l’adozione di processi costruttivi ad hoc rende il montaggio cornici  in gesso veramente alla portata di tutti. In questa pagina vogliamo spiegarvi nel dettaglio come si monta una cornice composita, dando istruzioni di montaggio valide anche per altre tipologie di cornici in gesso.

Fase 1: Preparare il collante

La prima cosa da fare è preparare il collante per la cornice che verrà poi applicato sia su questa che sulla parete. Si procede spolverando lo stesso in un recipiente adatto fino ad ottenere una pasta davvero collosa e a presa lenta, omogenea e densa e assolutamente non acquosa. Solitamente il materiale usato come collante per gli stucchi sono a base di gesso e non si deve utilizzare silicone o altri materiali.

Fase 2: Riquadrare le pareti

A questo punto chi si occuperà del montaggio cornici in gesso deve riquadrare la stanza in cui andrà posizionata la cornice in gesso grazie allo strumento tracciatore. Il tracciatore in polvere permette, infatti, di unire due punti e tracciare gli allineamenti su parti plantari e si utilizza ben teso e carico di colore su soffitti, pareti e altro.

Fase 3: Far emergere la parte inferiore dell’intonaco

Ricordiamo che la cornice non va incollata su precedenti tinteggiature o su carta da parati e quindi è necessario rimuovere per bene ogni interferenza che si possa creare tra la cornice e il muro. Il consiglio è graffiare il retro della cornice per permettere la penetrazione del collante e di picchettare il muro asportando piccole parti di intonaco per aumentare la presa.

Il montaggio vero e proprio delle cornici in gesso

A questo punto comincia il montaggio cornici in gesso  vero e proprio con la posa in opera della prima cornice. Tutto è pronto, sia il collante che il muro e a questo punto dovrai solo bagnare il retro della cornice con un pennello e posare il collante nella giusta quantità. Bagnerai anche il punto del muro dove andrà posizionata la cornice in gesso che unirai con un movimento leggero da destra a sinistra per farla aderire bene. Come vedi tutta l’operazione è davvero semplice, ma soprattutto creativa e divertente.

Una volta terminata l’applicazione delle cornici potrai passare alla fase di stuccatura, facendo particolare attenzione ai punti di giuntura e percorrendo tutto il perimetro della stanza. Si tratta di un passaggio delicato in quanto molta della resa finale della cornice in gesso, dal punto di vista visivo, dipenderà dalla capacità del montatore di stuccare angoli e giunzioni. Finita l’installazione e la stuccatura è giunta l’ora di tinteggiare la cornice con una buona idropittura lavabile che permetterà di ottenere una finitura perfetta senza grumi né segni con il pennello. Sceglierai per questo un prodotto di alta qualità e a basso effetto disgregante. Scopri il prodotto migliore e le cornici in gesso adatte alla tua casa sul nostro sito.

Tinteggiare le pareti per far risaltare lo stucco

Per far risaltare la cornice in gesso avete tinteggiato le pareti magari con la tecnica dello spugnato che permette di dar vita a un effetto visivo di stacco fra soffitto e pareti che dà maggiore risalto alle cornici stesse. Per scegliere il colore da utilizzare o la tecnica da eseguire (come lo spugnato, lo spatolato o il cenciato) consigliamo di eseguire dei test su una piccola area prima di passare alla decorazione della stanza intera. Se non siete sicuri delle vostre capacità come montatori e tinteggiatori non preoccupatevi, i nostri esperti sapranno consigliarvi e supportarvi dalla scelta della cornice fino alla sua installazione in casa vostra.

La tecnica dello spugnato

Tra le tante tecniche per dipingere casa abbiamo quella dello spugnato, che è anche una delle più semplici e veloci da adottare e si caratterizza per la sua facilità di realizzazione anche da parte di chi non ha esperienza con vernici e pennelli oppure ha davvero poco tempo a disposizione. Il risultato sarà quindi di grande effetto, ma soprattutto non richiederà fatica. Per realizzare questa tecnica si usa una semplice spugna, che alla fine del lavoro genererà l’effetto di  macchie puntinate accostate tra loro in modo omogeneo. Tanti saranno i risultati ottenibili sulla base della spugna utilizzata e della vernice scelta per la tinteggiatura della parete.